Home page | Cosa facciamo

 

COSA FACCIAMO

 

Gli obbiettivi della “compagnia” non si esauriscono alla conferma delle attività svolte per conto della Biblioteca di Sarezzano infatti il terreno di azione della nuova Associazione sono proprio le idee, che la “compagnia” vuole stimolare, raccogliere e concretizzare. E’ ovvio che le idee in questione sono sempre di sviluppo culturale e sociale e di promozione del territorio ma le diversificazioni di tali argomenti possono essere numerose e spesso possono essere sviluppate con originalità. Le singole “idee” vengono proposte dai soci Volontari che le trasformano in progetto, le selezionano in funzione delle risorse disponibili e le realizzano con iniziative concrete; in effetti, la ricetta è semplice, ma l’innovazione è legata agli ingredienti, freschi, diversi e numerosi. A conferma di ciò, nelle prime riunioni della “compagnia” le idee sono piovute a catinelle e la difficoltà maggiore è stata quella di organizzare una priorità ed un programma. Riportiamo di seguito alcuni dei progetti realizzati: In collaborazione con il Teatro Civico di Tortona è stata svolta una attività di promozione degli spettacoli offrendo agevolazioni economiche, facilitazioni di prenotazione ed eventualmente il trasporto dei disabili e delle persone anziane o non dotate di mezzi propri.

 

Nel 2005 l’Associazione ha ottenuto il riconoscimento Provinciale con l’iscrizione al Registro del Volontariato (Determina DDSV9-27-2005) pubblicata sul BUR Piemonte n° 49 del 2005. Inoltre l’Associazione è riconosciuta e collabora con il CSVA di Alessandria. Tali qualifiche formali hanno consentito l’iscrizione della Associazione nei registri dell’Agenzia delle Entrate per il beneficio del contributo “5 per mille” per gli anni a partire dal 2006.

 

In data 10 aprile 2006 è stato organizzato un incontro pubblico sull’argomento dell’adolescenza dal tema “Adolescenti che fare? Adolescenti da ascoltare…” Gli “anni difficili” dei nostri ragazzi sono stati l’argomento della conferenza – dibattito condotta dal Prof. Emilio Curtoni Pediatra, Libero Docente di Puericultura alla Università di Pavia e da sempre studioso delle problematiche della crescita dei giovani cui ha dedicato l’interessante monografia “Eterni adolescenti” pubblicata da Riza.

 

Nel 2005 sono stati messi a disposizione da un cineamatore locale ed autore letterario, Ezio Maccarini, alcuni film in formato 8 mm che illustrano l’attività sociale ed agricola delle nostre colline di circa mezzo secolo fa. La prima fase del progetto è stata quella di recuperare i sei filmati (circa 120 minuti di proiezione) dalla base originale e trasferirli su formato DVD. La seconda parte del progetto è consistita in una azione di attento montaggio e “regia” con lo scopo di poter disporre di un filmato più corto e più disponibile ad una diffusione didattica. Nel 2007 è stato presentato il filmato reso successivamente disponibile su supporto DVD.

 

Nella primavera 2005 è stata organizzata una estemporanea di pittura che ha richiamato decine di pittori dilettanti. Il successo dell’iniziativa ha portato alla ripetizione nella primavera 2006 dell’evento presso il Comune di Carbonara Scrivia in collaborazione con la Pro-Loco locale e nell’estate 2007.

 

La vena culturale della Associazione si è dimostrata anche con la presentazione di alcuni libri di Autori locali. Il primo dedicato all’armonica blues “Il soffio dell’anima; armoniche e armonicisti blues” di Fabrizio Poggi che ha documentato musicalmente con il suo gruppo il pathos dello stile afro-americano. Un secondo libro presentato riguarda la storia locale ed è stato scritto da Mariangela Damilano. “12 luglio 1520” racconta della preparazione al supplizio di alcune donne ritenute “streghe” dall’inquisizione locale. Mariangela ha trovato lo spunto di pubblicare la sua opera dopo avere vinto una delle prime edizioni del Concorso Codex Purpureus.